Translate

HARD POWER

Hard power è un termine che descrive il potere politico ottenuti con l'uso della coercizione militare e / o economici per influenzare il comportamento o gli interessi di altri organi politici. Come il nome suggerisce, questa forma di potere politico è spesso aggressivo, ed è più efficace quando imposti da un corpo politico su un altro di minore potenza militare e / o economici.

edit ]definizione originale

Hard power è un termine usato in relazioni internazionali . Hard power è una teoria che descrive l'utilizzo militare ed economico mezzo per influenzare il comportamento o gli interessi di altri organi politici. E 'utilizzato in contrasto con il soft power , che si riferisce al potere che deriva dalla diplomazia , cultura e storia .
Mentre l'esistenza di hard power ha una lunga storia, il termine nacque quando Joseph Nye coniò 'soft power' come una forma nuova e diversa del potere in un stato sovrano politica 's stranieri.
Hard power si trova alla fine di comando egemone dello spettro di comportamenti e descrive una nazione capacita 's di costringere o di indurre un'altra nazione a svolgere un corso di azione. Questo può essere fatto attraverso il potere militareche consiste di diplomazia coercitiva , la guerra e l'alleanza con le minacce e la forza con l'obiettivo di coercizione, deterrenza e protezione. In alternativa potere economico che si basa su un aiuto , tangenti e sanzioni economiche possono essere utilizzati al fine di indurre e costringere.
Mentre 'hard power' il termine si riferisce generalmente alla diplomazia, può anche essere usato per descrivere le forme di negoziazione che implicano pressioni o minacce come leva.
---------
Soft power può anche riferirsi ad un interruttore soft power, al contrario di un interruttore di alimentazione rigido di un computer.

Il soft power è la capacità di ottenere ciò che si vuole attraverso cooptazione e di attrazione. Può essere in contrasto con ' hard power ', che è l'uso di coercizione e di pagamento. Soft power può essere esercitato non solo dagli stati, ma da tutti gli attori della politica internazionale, come le ONG o istituzioni internazionali. [ 1 ]

Contenuto

  [ nascondi ] 

modifica ]Origine

La frase è stata coniata da Joseph Nye di Harvard in un libro del 1990, Bound to Lead: la natura mutevole della American Power . Egli ha inoltre sviluppato il concetto nel suo libro del 2004, Soft Power: The Means to Success in World Politics. Il termine è oggi ampiamente utilizzato negli affari internazionali da parte degli analisti e statisti. Per esempio, nel 2007, CPC segretario generale Hu Jintao ha detto il 17 congresso del Partito comunista che la Cina per aumentare il suo soft power, e il segretario della Difesa statunitense Robert Gates ha parlato della necessità di migliorare il soft power americano da "un drammatico aumento della spesa sugli strumenti civili della sicurezza nazionale - la diplomazia ., comunicazioni strategiche, assistenza stranieri, azione civica e la ricostruzione economica e lo sviluppo " Nel 2010 Annette Lu , ex vice-presidente della Repubblica di Cina in Taiwan , ha visitato la Corea del Sud e sostenuto l'uso di Roc del soft power come modello per la risoluzione dei conflitti internazionali. [ 2 ]

edit ]Ciò che rende morbido soft power?

Una conferenza di Michael Chertoff (ex Segretario della Homeland Security). Theora.ogv
Il futuro della politica estera statunitense: "La rinascita del soft power e Diplomazia Culturale?"
una conferenza del Segretario Michael Chertoff (ex Segretario della Homeland Security e l' Institute for Cultural Diplomacymembro Advisory Board)
Le valute principali del soft power sono i valori di un attore, la cultura, le politiche e le istituzioni e la misura in cui queste "valute primarie", come Nye li chiama, sono in grado di attrarre o respingere gli altri attori di "volere ciò che vuoi". [ 3 ] Nel 2008, Nye applicati i concetti di hard power e soft alla leadership individuale in "Il principe di piombo".
In ogni discussione di potere, è importante distinguere il comportamento (che interessano altri per ottenere i risultati preferito) dalle risorse che possono (o non può) produrre quei risultati. A volte le persone o paesi con risorse più potere non sono in grado di ottenere i risultati che desiderano. Il potere è una relazione tra un agente e un soggetto di potere, e che il rapporto varia a seconda delle situazioni diverse. Dichiarazioni significative sul potere deve sempre specificare il contesto in cui può essere convertita la risorse (o non) in un comportamento.
Soft power non è semplicemente non tradizionali forze come beni culturali e commerciali, in quanto questo confonde le risorse che può produrre un comportamento con il comportamento stesso - ". Fallacia veicolo" quello che Steven Lukes chiama Né è il caso che tutti i non-militari le azioni sono forme di soft power, come certe azioni non militari, come le sanzioni economiche, sono chiaramente destinati a forzare e sono quindi una forma di hard power.
Detto questo, la forza militare a volte può contribuire al soft power. Dittatori come Adolf Hitler e Joseph Stalin coltivati ​​i miti di invincibilità e di inevitabilità alle aspettative struttura e attrarre gli altri a unirsi a loro. Un esercito ben gestito può essere una fonte di attrazione, e militari per la cooperazione militare e programmi di formazione, per esempio, può creare reti transnazionali che migliorino il soft power di un Paese. Napoleone I immagine 's come un grande eroe generali e militari probabilmente attirato gran parte della l'aristocrazia estraneo. Il lavoro impressionante di militari americani nella fornitura di aiuti umanitari dopo il maremoto nell'Oceano Indiano e il terremoto nell'Asia meridionale, nel 2005 ha contribuito a ristabilire l'attrattiva degli Stati Uniti. Naturalmente, l'uso improprio delle risorse militari possono anche sottosquadri soft power. L' Unione Sovietica ha avuto un grande potere morbido negli anni successivi alla seconda guerra mondiale , ma l'hanno distrutta dal modo in cui hanno usato il loro potere dura contro l'Ungheria e la Cecoslovacchia , così come le azioni militari americane in Medio Oriente, tagliare i loro soft power.

edit ]Limitazioni al soft power

Soft power è stato criticato come inefficace da autori come Niall Ferguson, nella prefazione al Colosso . Neorealista e gli altri autori razionalista e neorazionalista (con l'eccezione di Stephen Walt ) in genere ignorare il soft power in quanto essi assumono per scopi teorici che gli attori nelle relazioni internazionali rispondere a solo due tipi di incentivi - incentivi economici e la forza.
Come concetto, è spesso difficile distinguere tra gli effetti del soft power e altri fattori. Per esempio, Janice Bially Mattern afferma che George W. Bush uso 's della frase "sei con noi o contro di noi" è stato un esercizio di potere morbido, dal momento che nessuna minaccia esplicita è stato incluso. Tuttavia, gli autori razionalista sarebbe semplicemente vedere questa come una 'minaccia implicita', e che le sanzioni economiche dirette o militare farà probabilmente seguito da essere 'contro di noi'.

edit ]il potere di misura morbido


"Vs Soft Power. Potenza rigido: poli opposti? Un Prespectives Nato "
un discorso al Parlamento tedesco dal Dr. Gerlinde Niehus - Il capo della Divisione Diplomazia Pubblica della NATO
(The Institute for Cultural DiplomacyInternational Symposium on CD 2009
Soft power, dunque, rappresenta la terza via del comportamento di ottenere i risultati desiderati. Il soft power è in contrasto con hard power, che è stata storicamente la misura predominante realista del potere nazionale, attraverso quantitative metriche come la popolazione dimensioni, cemento militari beni, o di una nazione prodotto interno lordo . Ma avendo tali risorse non sempre produce i risultati desiderati come gli Stati Uniti scoprirono nella guerra del Vietnam. Il grado di attrazione può essere misurato dai sondaggi di opinione pubblica, da interviste d'elite, e casi di studio.
Il primo tentativo di misurare il potere morbido attraverso un indice composito è stato creato e pubblicato da l' Istituto per il Governo e Monocle (2007 rivista) . [ 4 ] L'IFG-Monocle Indice Soft Power combinato una serie di metriche statistiche e punteggi soggettivi pannello per misurare la risorse di soft power di 26 paesi. Le metriche sono stati organizzati secondo un quadro di cinque sotto-indici tra cui cultura, la diplomazia, istruzione, affari / innovazione, e del governo. L'indice si dice che misura le risorse di soft power dei paesi, e non si traducono direttamente in capacità di influenza.
Nye afferma che il soft power è più di influenza, dal momento che l'influenza può anche riposare sul potere duro di minacce o pagamenti. E il soft power non è solo la persuasione o la capacità di muovere le persone con la discussione, anche se questo è una parte importante di esso. E 'anche la capacità di attrarre, e l'attrazione spesso porta ad acquiescenza.
In affari internazionali , il soft power è generato solo in parte da ciò che il governo fa attraverso le sue politiche e la diplomazia pubblica. La generazione di soft power è anche influenzata in positivo (e negativo) modi da una serie di attori non statali all'interno e all'esterno del paese. Quegli attori influenzano sia l'opinione pubblica e le élite di governo in altri paesi, e creare un ambiente di attivare o disattivare per le politiche del governo. In alcuni casi, il soft power aumenterà la probabilità di altre élite adozione di politiche che permettono di ottenere risultati preferito. In altri casi, dove essere visti come amichevole in un altro paese è visto come un politico locale bacio della morte, la decadenza o l'assenza di soft power impedisce a un governo di ottenere obiettivi particolari. Ma anche in tali casi, le interazioni della società civile e attori non statali possono contribuire agli obiettivi milieu più generali come la democrazia, la libertà e lo sviluppo. Soft power non è il possesso di un solo paese o attore.
Il successo del soft power dipende in gran parte dell'attore reputazione all'interno della comunità internazionale , così come il flusso di informazioni tra gli attori. Così, il soft power è spesso associato con l'aumento della globalizzazione eneoliberista delle relazioni internazionali teoria. La cultura popolare e dei media è regolarmente identificato come fonte di soft power [ 5 ] , così come la diffusione di una lingua nazionale, o di un particolare insieme di normative strutture; una nazione con una grande quantità di soft power e la buona volontà che genera lo ispirare gli altri ad acculturare , evitando la necessità di costosi hard power spese.
Perché il potere morbido è apparso come alternativa alla politica il potere grezzo, è spesso abbracciata dagli studiosi eticamente mentalità e politici. Ma il soft power è un descrittivo piuttosto che un concetto normativo. Come ogni forma di potere, può essere esercitato per fini buoni o cattivi. Mentre il soft power può essere utilizzato con cattive intenzioni e provocare conseguenze terribili, che si differenzia in termini di mezzi. E 'su questa dimensione che si potrebbe costruire una preferenza normativa per un maggiore utilizzo del soft power.

edit ]dibattiti accademici intorno soft power

Gli accademici si sono impegnati in numerosi dibattiti attorno soft power. Queste hanno incluso:
  • La sua utilità (Giulio Gallarotti, Niall Ferguson, Josef Joffe, Robert Kagan, Ken Walzer, Mearsheimer vs Nye, Katzenstein, Janice Bially Mattern, Jacques Hymans, Alexander Vuving, Jan Mellis)
  • Come interagire soft power e hard (Giulio Gallarotti, Joseph Nye)
  • Se il soft power può essere coercitivo / manipolativo , (Janice BIally Mattern, Katzenstein, Duvall e Barnet vs Nye, Vuving)
  • Come il rapporto tra struttura e il lavoro temporaneo (Hymans vs Nye)
  • Se il bilanciamento del soft si sta verificando (Wohlforth & Brooks vs Walt et al. )
  • Soft power - Normative di potenza in Europa (Manners Ian, A Ciambra, Thomas Diez, un Pryce Hyde, Richard Whitman)

edit ]Bibliografia

  1. ^ soft Alimentazione: i mezzi per il successo nella politica mondiale
  2. ^ soft power permette di Taiwan sconfiggere la povertà, sopravvivere dispotismo: Lu , Taiwan Notizie , 18 Feb 2010
  3. ^ soft Alimentazione: i mezzi per il successo in World Politics pp31
  4. ^ McClory, Jonathan (2010/12/07). "Attenti a quei due nuove: una classifica internazionale del soft power" . Istituto per il sito web del governo (Istituto per il Governo): 13 pp Estratto 2011/05/06 .
  5. ^ La guerra economica sul grande schermo-Intervista di Violaine

modifica ]Collegamenti esterni

edit ]Per approfondimenti

  • Giulio Gallarotti, Power Cosmopolitan in Relazioni Internazionali: una sintesi di realismo, neoliberismo, e Costruttivismo, New York: Cambridge University Press, 2010, quanto dura e soft power possono essere combinati per ottimizzare il potere nazionale
  • Giulio Gallarotti, La maledizione Potenza: Influenza e illusione nella politica mondiale, Boulder, CO: Lynne Rienner Press, 2010, un'analisi di come la dipendenza oltre al potere rigido può diminuire l'influenza delle nazioni
  • Giulio Gallarotti. "Soft Power:??? Che cosa c'è, perché itâ importanti s, e le condizioni alle quali può essere efficacemente usati" Gazzetta del potere politico (2011),
  • Soft power degli Stati Uniti e politica estera: teorica, Notizie storiche e Contemporanea, a cura Inderjeet Parmar e Michael Cox, Routledge, 2010
  • Steven Lukes, "Il potere e la battaglia per i cuori e le menti: la schiettezza del soft power", in Felix Berenskoetter e MJ Williams, eds. Potere nella politica mondiale, Routledge, 2007
  • Janice Bially Mattern, "Perché Soft Power Is Not So Soft", in Berenskoetter e Williams
  • JS Nye, "Appunti per un'agenda di ricerca il potere morbido", in Berenskoetter e Williams
  • Giovani e Cho Nam Jong Ho Jeong, "soft power cinese," Asia Survey, 48,3, pp 453-72
  • Yashushi Watanabe e David McConnell, a cura di, superpotenze Soft Power: Beni culturali e nazionale del Giappone e degli Stati Uniti, Londra, ME Sharpe, 2008
  • Ingrid d'Hooghe, "una marcia in più: Diplomazia Pubblica della Cina ', Il Giornale Aia della diplomazia, n. 3 (2008), pp 37-61.
  • Ingrid d'Hooghe, "The Rise of Public Diplomacy della Cina", Clingendael Diplomazia Paper n. 12, L'Aia, Clingendael Institute, luglio 2007, ISBN 978-90-5031-1175 , 36 pp
  • "Giocare poliziotto morbido o duro," The Economist, 19 gennaio 2006
  • Y. Fan, (2008) di "soft power: il potere di attrazione o di confusione", Branding Luogo e Diplomazia Pubblica, 4:2, disponibile all'indirizzo http://bura.brunel.ac.uk/handle/2438/1594
  • Bruce Jentleson, "Principi: la venuta di un secolo democratica?" dalla politica estera americana: le dinamiche di scelta nel 21 ° secolo
  • Jan Melissen, "Potere soft," Papers Diplomazia Clingendael, n. 2, Clingendael, Paesi Bassi, 2005
  • Chicago Consiglio per gli affari globali, "soft power in Asia orientale" Giugno 2008
  • Joseph Nye, Il potere di Piombo, New York Oxford University Press, 2008
  • Nye, Joseph, Soft Power: The Means to Success in World Politics
  • Joshua Kurlantzick , Charm Offensive: come il potere morbido della Cina sta trasformando il mondo (Yale University Press, 2007). Analisi dell'uso della Cina del soft power per guadagnare influenza nella scena politica del mondo.
  • John McCormick la superpotenza europea (Palgrave Macmillan, 2006). Sostiene che l'Unione europea ha usato soft power efficace di emergere come alternativa e come concorrente alla forte dipendenza degli Stati Uniti sul potere duro.
  • Manners Ian, Normative Power Europe: una contraddizione in termini, http://www.princeton.edu/ amoravcs ~ / Library / mannersnormativepower.pdf
  • Matteo Fraser , armi di distrazione di massa: Soft Power e Impero Americano ( Stampa di Via Martin , 2005). L'analisi è incentrata sulla cultura pop aspetto del soft power, come film, televisione, musica pop , Disneyland e American fast food marche tra cui Coca-Cola e McDonald .
  • Middle East Policy Journal: Parlare con una regione
Una delle prime riforme che deve affrontare l’Italia per poter iniziare a competere anche sul profilo del soft power nel mondo è la questione trasparenza e a quella a lei connessa del open source.
La trasparenza amministrativa dovrebbe consistere, nella sua accezione più ampia, nell'assicurare la massima circolazione possibile delle informazioni sia all'interno del sistema amministrativo, sia fra questo ultimo ed il mondo esterno, ovvero i cittadini i quali devono avere la possibilità di leggere e interloquire in modo semplice elementare trasparente applicando anche tecnologie open source al fine di favorire l’accessibilità e la trasparenza, usando inoltre tecnologie moderne intelligenti che aiutino i cittadini ad analizzare e vedere chiaramente l’operato delle amministrazioni pubbliche da loro elette al fine di garantire che:
· Quanto da loro pagato verso la comunità venga investito correttamente.
· Fornire i dati dell’investimento per le aziende che operano sul mercato e così aiutare e garantirne la concorrenzialità e indurle alla trasparenza per aiutarle nel loro sviluppo.
· Attuare e favorire con i cittadini uno scambio d’informazioni tale che possano recepire sia le loro istanze che i loro suggerimenti al fine di migliorare e far evolvere il sistema favorendo partecipazione, affidamento e sicurezza sociale.
Attualmente l’attività amministrativa dovrebbe perseguire i fini determinati dalla legge retta da criteri di economicità, purtroppo pochissimi usano i sistemi open source; inoltre l’efficacia manca di procedure atte al suo funzionamento. Quanto all’ efficacia pare indirizzata a mantenere la non trasparenza complicando attraverso passaggi inutili l’accessibilità d’interpretazione, nessuna pubblicità atta a rendere consapevoli i cittadini della rilevante questione viene fatta e pertanto non c’è trasparenza già nella interpretazione della legge secondo le modalità previste dalla Legge stessa nonché dai principi dell'ordinamento comunitario'' ART. 1 legge 241/90 (modificata e integrata dalla Legge 15/2005).
L’amministrazione che non ha nulla da nascondere deve e vuole far crescere una comunità intorno al progetti non nascondendosi dietro una interpretazione opportunistica della sussidiarietà pertanto consigliamo di applicare le poche procedure che sono consigliate qui di seguito:
- Controllo : esempi di regole che provengono da un desiderio di mantenere il controllo sono un requisito per creare barriere attuate attraverso forme tipo DPF o altri software chiusi che non semplificano la partecipazione . Se ci sono molte buone ragioni per mantenere la non trasparenza del nucleo ci si deve rendere conto che questa decisione ostacola pesantemente il contributo della comunità, pertanto deve essere chiaramente motivata e non sottoposta alla genericità della ragion di Stato.
- Le barriere all'entrata : barriere che i cittadini devono superare possono avvenire in forme diverse: utilizzando strumenti insoliti, processi che richiedono contorte per la segnalazione bug, richieste di nuove funzionalità o accettazione patch, o di forme giuridiche o altre che si possono richiedere alla gente al fine di poter non farli contribuire nel più grande numero, come avviene attualmente.
- Strumenti e infrastrutture : Assicurarsi di fornire agli utenti la possibilità di distribuire della propria partecipazione e connettersi anche con altri utenti interessati nella analisi. Contribuire nel progetto dovrebbe essere visto come un'esperienza sociale.
- Processi comunitari : Creare un ambiente di partecipazione - nessuno piace essere considerato un cittadino di seconda classe. Processi documentali per l'accesso a risorse chiave come permessi da parte di moderatori bug, impegnano l'accesso al ramo principale, o l'accesso editor per il sito web del progetto pertanto frenano la partecipazione.
- Bilancio in modo appropriato : impegnare le risorse necessarie – la costruzione di una comunità richiede tempo e fatica, e ciò significa anche degli investimenti - in primo luogo delle risorse umane, pertanto lavoro e occupazione.
Formare dei community manager il quale si occuperanno con la comunità e un team di sviluppatori della fidelizzazione dei cittadini. Come Josh Berkus di PostgreSQL ha detto nel suo "Come uccidere vostra comunità" nella presentazione: “ se la vostra comunità nascente si sente trascurata, sarà solo andare via”.
- Formare una visione chiara e convincente, con un sacco di opportunità per contribuire, eliminando le barriere che ostolano alla collaborazione.
- Evitare i più comuni anti-pattern e Best Practices sono comportamenti che dovrebbero essere adottati non come limite ma come riferimento per migliorare, le comunità anti-modelli di Best Practices sono andati male. S e le ragioni di una "best practice" vengono fraintese, si può finire per imitare il comportamento senza ottenere il risultato desiderato, molto simile alla costruzione di piste di atterraggio o porti e sperando che arrivino gli aerei o le navi.
Alcuni comuni anti-pattern si dovrebbe evitare sono:
1. Command & Control – la comunità diventano dei partenariati pubblici . I cittadini sono utilizzati per controllare gli investimenti e le spese che l’amministrazione pubblica affronta. Il tentativo di trasferire il controllo di un progetto da parte di Lobby quando si vuole far crescere una comunità si tradurrà in una tiepida risposta da parte di persone che non vogliono essere cittadini di seconda classe. Allo stesso modo, impegnarsi con un progetto di partecipazione in cui non si ha il controllo sulle decisioni è una sfida. Controllo dei cambi per l'influenza.
2, Water cooler - quando l'amministrazione è predisposta alla realizzazione della trasparenza ma sviluppa troppo lavoro fatto in privato, la comunità non capirà le motivazioni e le priorità. Pertanto il coinvolgimento sarà anche lavorando su mailing list o altri forum leggibili pubblicamente e archiviati, e attraverso un’ educazione al coinvolgimento pubblico che permettere alle persone di iniziare a partecipare.
3. Bikeshed - Una discussione "bikeshed"Legge di Parkison di trivialità; è una discussione molto lunga per prendere una decisione relativamente minore. Quando i si vede come la comunità si sta trascinando verso il basso, bisogna sapere quando passare dal parlare al fare.
4. Buco nero da questo non si può sfuggire - Si può essere tentati di assumere degli sviluppatori che hanno già guadagnato la reputazione e le competenze in progetti. Attenzione quando assumere gli sviluppatori della comunità assicurarsi che lavorando all'interno della comunità e fanno parte della descrizione del lavoro, tutelandoli verso probabili influenze di lobby fatte con regali o altro.
5. licker Cookie – desiderio di potere e avidità. Lo stesso fenomeno esiste per progetti della comunità - i membri della comunità di spicco amministratori politici ecc. cercano di riservare caratteristiche chiave sul progresso e sullo sviluppo dei lavori per sé, potenzialmente così privano gli altri di buone opportunità di contribuire.
La trasparenza con lo sviluppo della comunità di partecipazione può essere un potente acceleratore di democrazia e di consenso per la politica, e può essere un'esperienza estremamente gratificante, consente di risparmiare tempo e denaro, permettendo di raggiungere più rapidamente il miglioramento della qualità della vita , di quanto non sia altrimenti possibile. Il vecchio dilemma di "costruire o acquistare" ha definitivamente cambiato, a "costruire, acquistare o condividere".
La chiave del successo evolutivo, non è per il singolo individuo o per la lobby che rappresenta, ma della comunità stessa prendendola in considerazione come partner nello sviluppo sociale.
Evitando gli errori più comuni, e rendendo l'investimento una realizzazione sociale si raccoglieranno i frutti.
PES ITALIA